Jacopo Foggini furnishing - industrial design
Home | News | Articoli | Sezioni | Archivio | Links | Sitemap
cerca nel sito  
Aziende | Concorsi | Designers | Eventi | Idee e Prototipi | Libri | Prodotti |
aggiungi ai preferiti | iscriviti alla newsletter | segnala ad un amico
Home > Designers > Jacopo Foggini
Sei nella sezione : Designers
Una raccolta di schede biografiche dei più importanti designer italiani ed internazionali con link diretti alle principali realizzazioni.
Jacopo Foggini
Jacopo Foggini

Torinese di nascita e milanese di adozione, Jacopo Foggini scopre durante un periodo di lavoro nelle aziende di famiglia la natura versatile del metacrilato, materiale comune normalmente utilizzato per produrre i catarifrangenti delle automobili.

Affascinato dalle qualità estetiche e cromatiche straordinarie di questa resina termoplastica che è simile al vetro, ma, al contrario di quest’ultima è estremamente leggera, Foggini comincia all’inizio degli anni Novanta a sperimentarne l’utilizzo. Grazie a una macchina di sua invenzione, Foggini porta il metacrilato ad una temperatura di 200 gradi, riducendolo ad un filamento che modella con le mani sino a creare forme luminose e opere monumentali, labirinti di fili in un’elegante mescolanza di colori.

Dopo l’esordio nel 1997, con un’installazione dal sapore orientale nello spazio di Romeo Gigli, le tappe del successo di Jacopo Foggini sono state segnate anche dall’apertura della sua galleria personale, dalla realizzazione di un libro dedicato alla sua produzione artistica e dall’inserimento delle sue sculture luminose nelle collezioni permanenti di prestigiose istituzioni, quali l’Haus der Musik di Vienna e il Museum of Decorative Arts di Montreal. Da anni partecipa al Salone Internazionale del Mobile di Milano, realizzando per l’occasione suggestive installazioni, sempre a cavallo tra arte e design.

Le creazioni di luce di Foggini sono state esposte in più di trenta occasioni presso gallerie e spazi espositivi di tutto il mondo: tra gli altri, il Carrousel du Louvre, il Centre George Pompidou e l’Atelier Richelieu a Parigi, il Royal College of Art e Sotheby’s a Londra, e la Galerie Karsten Greve a Colonia. Le sculture di Foggini illuminano inoltre la platea e le sale dell’ottocentesco Teatro Lirico Rendano di Cosenza.

Nel gennaio 2004 si rafforza la posizione di Foggini nel mondo dell’arte contemporanea con una personale presso la Galleria Marabini di Bologna, seguita dalla partecipazione a MIART 2004 e da un’installazione luminosa, ispirata al mondo marino, realizzata in occasione della manifestazione Luci di Ancona. Apre il 2005 con una mostra personale alla Galleria Arthobler a Porto. Nell’ aprile dello stesso anno la sua installazione mozzafiato “Devotion” collocata all’intero della chiesa cinquecentesca sconsacrata viene accolta con grande successo dal pubblico e dalla stampa. Nel 2006, in occasione della Cerimonia d’Apertura dei Giochi Olimpici Invernali di Torino, un’immenso “Lampadario da teatro” firmato Foggini accompagna con la sua luce dorata l’esibizione del maestro Luciano Pavarotti. La scultura luminosa torna a Milano per l’installazione “Plastic Palace”, inserita nell’arco monumentale della storica Porta Garibaldi.

Foggini da anni collabora con alcuni dei più importanti studi di architettura per la realizzazione di progetti su scala nazionale ed internazionale. Le sue opere sono progettate per architetture, alberghi, musei, spazi espositivi, residenze private e spazi pubblici. Attualmente è inoltre impegnato in vari progetti per il Medio Oriente, il Giappone e gli Stati Uniti.

Photo credits : Andrés Otero e Sebastiano Pessina
Website Jacopo Foggini : http://www.jacopofoggini.it

Ofigea - al Salone del Mobile 2008



A cura di : redazione design.milano.it


Plastic Palace-night

full gallery

Altri articoli nella sezione Designers
Norman Foster - giovedì 28 Settembre 2006
Franco Albini - mercoledì 30 Agosto 2006
Jacopo Foggini - giovedì 6 Luglio 2006
Jean-Marie Massaud - sabato 1 Aprile 2006
Ron Arad - sabato 1 Aprile 2006
 

home | pubblicità | disclaimer | contatti
design.milano.it -